NOVITÀ MANIVA ARRIVA L’ACQUA IN BRICK

Foto in copertina: Michele Foglio, AD Maniva Spa

L’AZIENDA BRESCIANA GUARDA SEMPRE DI PIÙ AL FUORI CASA E LANCIA UNA NOVITÀ IN CHIAVE GREEN. CE NE PARLA MICHELE FOGLIO, AD ACQUA MANIVA

#acqua #brick #sostenibilità

Tempo di lettura: 3 minuti

Era il 2016 quando Maniva, azienda bresciana che dal 1998 a oggi si è conquistata un ruolo di rilievo nel mondo dell’acqua e dei soft drink, decideva di sviluppare Uno specifico progetto dedicato al fuori casa. Si apriva un percorso, oggi confermato e consolidato dall’azienda di Bagolino, di creazione di valore per il mondo Horeca.

PORTFOLIO HORECA DIVERSIFICATO

«Un percorso – spiega Michele Foglio, AD Acqua Maniva – iniziato con l’investimento nel vuoto a rendere per l’Horeca che ha caratterizzato in questi anni linee dedicate alla ristorazione, nate ben prima dell’apparizione del Covid-19, ma strategicamente ridefinite anno dopo anno». Dalla proposta raffinata per una ristorazione elegante con Maniva Chef, ai marchi Classica e Verna. Fino alla recente proposta, nel campo delle alternative non scontate in ambito Soft Drink, delle Bibite Bio Tomarchio, linea siciliana di cui Maniva ha da poco acquisito la distribuzione in tutta Italia, con l’eccezione della sola Sicilia.

 

SEMPLIFICARE: IL CASO MISCELAZIONE

«In questi anni – sottolinea Foglio – abbiamo investito con attenzione anche nell’innovazione per il mercato della miscelazione, con il lancio della recente Mineral Seltz Maniva, la prima acqua di seltz in fusti d’acciaio a rendere da 20 litri, dotata d’attacco a baionetta per un uso universale. L’obiettivo è quello di offrire a distributori ed esercenti soluzioni in termini di facilitazione nella gestione quotidiana del lavoro, con costi contenuti se non azzerati anche nella manutenzione. Con la possibilità di miscelare un seltz dalle caratteristiche costanti, dal perlage perfetto. Una base acqua ideale, in altre parole, per la preparazione di cocktail e miscelati in generale».

 

 

NOVITÀ CHE GUARDA AL FUTURO

La vera novità targata Maniva, però, lanciata in anteprima, è Acqua Minerale Maniva in Brick. «Con l’acqua in brick – spiega Michele Foglio – offriamo un contenitore che è una vera e interessante alternativa al PET. Parliamo di un prodotto pensato per chi cerca un prodotto nuovo con un’impronta ambientale inferiore, studiato con attenzione in tutte le sue parti, tappo incluso, realizzato da fonti rinnovabili come la canna da zucchero». «Oggi – conclude Foglio – il consumatore ha superato il vecchio mantra del “voglio vedere il prodotto”, problema valido in particolare per l’acqua, che ha sempre favorito la trasparenza del PET. La diffusione dell’uso della borraccia ha, in questo senso, sdoganato il problema». Considerando infine come il brick giochi un ruolo d’eccellenza anche nella conservazione del prodotto stesso, grazie all’effetto barriera del packaging stesso.

ACQUA MINERALE MANIVA IN BRICK

La prima lanciata dall’azienda di Bagolino e oggi tra le poche disponibili sul mercato, l’acqua in brick è un prodotto innovativo che guarda con intelligenza alle necessità del comparto e a trend decisivi quali green e benessere.

  • prodotto versatile fatto all’80%da cellulosa
  • caratterizzato da un’alcalinità elevata
  • ideale per comparti come quello del  minibar d’hotel
  • formati da 1 litro e da 1⁄2 litro

Disponibile a partire da giugno 2022

 

 

VANTAGGI E VALORI

  • minor impatto ambientale
  • composto all’80% da cellulosa
  • tappo realizzato da fonti rinnovabili
  • eccellente conservazione

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.